La Canzone Definitiva per Figli di Cantanti Italiani

Cerco un po’ di te nei testi di De André
É per te, ogni cosa che c’è
Ninna oh ninna eh
Il primo bacio il primo giorno a scuola il primo giorno in prova
La prima sigaretta che ti fuma in bocca un po’ di tosse
Ho un manuale d’istruzioni dove “distruzioni” è scritto attaccato
Ti porterò a giocare su un prato e il telefono l’ho buttato
Eeeeh, che tu sia il benvenuto, oo eee, che tu sia il benvenuto
Benvenuto raggio di sole,
Su quello scoglio in maggio è nato un fiore
Il primo amore il primo errore il primo sole che ti scotta
Promettimi di fare entrare il sole
che asciuga le ossa e scalda bene il cuore
Sarà sarà l’aurora
Per me sarà così
Sarà sarà di più ancora, tutto il chiaro che farà
Sono solamente un bambino, che chiamerai papà
Per fortuna assomigli a tua madre, per fortuna sei tutto tua madre
Tua madre che mi bacia
Perché in testa c’ho la Nasa, perché non sono mai a casa
Avrai un telefono vicino che vuol dire già aspettare
anche se non avrai le mie risse terrose di campi, cortile e di strade
E tutti gli schiaffi presi in piazza
e non saprai che sapore ha il sapore dell’ uva rubato a un filare
É per te che il mare sa di sale
É per te la notte di natale
Ed è la prima volta anche per me
Che vedo te prima di ogni cosa, prima di ogni cosa
E ho preso appunti per tutte le volte che ho sbagliato
Ieri ho sgozzato mio figlio.
É stato uno sbaglio.
Credevo fosse una hit.